Interviste Cinema

Anche se è amore non si vede: Ficarra e Picone ci parlano della loro commedia

1

Per nulla guastati dal successo, come invece capita sempre più spesso a chi riesce a sbancare il botteghino facendo ridere, Salvo Ficarra e Valentino Picone sono fra le persone più piacevoli da incontrare nell'effimero mondo dello showbusiness nostrano.

Anche se è amore non si vede: Ficarra e Picone ci parlano della loro commedia

Per nulla guastati dal successo - come invece capita sempre più spesso a chi riesce a sbancare il botteghino facendo ridere - Salvatore Ficarra e Valentino Picone sono fra le persone più piacevoli da incontrare nell'effimero mondo dello showbusiness nostrano. Con loro si riesce tranquillamente sia a scherzare, in particolare sui rapporti interpersonali, che a parlare di cose serie, a cominciare dalla crisi dei costumi che attanaglia l'Italia.

Di politica e di senso civico il loro nuovo film Anche se è amore non si vede in effetti parla poco, ma il fatto che i personaggi che interpretano siano delle guide turistiche (che hanno quindi il compito di "vendere" le nostre meraviglie ai forestieri) spinge i due comici, fuori di finzione, a una serie di riflessioni sullo stato di salute dello stivale. "A noi piace ridere, scherzare e giocare la carta dell'autoironia" - spiega Ficarra - "ma in Italia la situazione peggiora di giorno in giorno. Quando ero piccolo, trasmissioni come Tribuna politica mi annoiavano mortalmente, erano complicatissime, non le capivo... e poi gli ospiti erano educatissimi... oggi le cose si sono semplificate, è vero, ma forse sono un po' troppo semplici. I politici danno spettacolo, fra urla e dito medio alzato, e non è un bel vedere".
"Anche se l'ultima guerra è lontana" - continua Picone - "è come se avessimo appena finito di combattere. Ho continuamente l'impressione di vedere intorno a me cocci e macerie, desolazione insomma. Come dopo una festa. Un tempo non capitava di vedere gli uomini di potere insultare la gente comune. Oggi è una cosa all'ordine del giorno. E' una situazione tragica. All'estero, però, c'è chi ride di noi..."
"...il che non è una cosa buona" - riprende Ficarra - "perché così si fa concorrenza a noi comici. Possiamo dire che in questo momento, se c'è una categoria in crisi...è proprio la nostra".

Abbandonate le amare considerazioni, Ficarra e Picone ci hanno spiegato cosa li abbia spinti a passare a un genere di commedia più smaccatamente sentimentale. "In effetti questa è la prima volta che parliamo di amore amore - dice Ficarra. - "Negli altri film esploravamo la famiglia, l'amicizia e in generale tutti quei sentimenti che muovono il mondo. Qui ci interessava raccontare gli equivoci dell'amore: gente che vuole lasciare, gente che soffre ad essere lasciata. Io, per esempio, ho l'ingrato compito di dire a Picone che la sua fidanzata non lo vuole più. Spero di non trovarmi mai in una situazione del genere. Scherzi a parte, abbiamo cercato il lato comico dell'amore, perché, come sempre, il nostro obiettivo è far ridere le persone."

Anche se è amore non si vede affronta l'annosa questione dell'amicizia fra uomo e donna, sentimento che può agevolmente tramutarsi in amore. "Non credo che da una bella e intensa amicizia possa nascere l'amore" - dice Valentino Picone, mentre Salvo Ficarra sottolinea che è sempre meglio mantenere le distanze. "Come diceva Troisi" - scherza - "la mia donna ideale è quella degli altri: quella che nemmeno dorme a casa tua. Credo che la donna debba restare fidanzata, quando diventa moglie, subito si trasforma...è poi mica si può amoreggiare con i propri parenti, pare brutto...la cosa peggiore di tutti, però, è quando la moglie diventa suocera...allora l'amore finisce completamente".

Non sappiamo fino a che punto Ficarra faccia finta di essere un uomo in fuga. Quello che possiamo affermare con certezza è che Picone è molto diverso dal fidanzato melenso e devoto che interpreta nel film: un uomo "tappetino", come si dice in gergo, che si rende insopportabile regalando piatti e tazze con i cuori. "Io non sono così, gli uomini non sono così, da siciliano posso dire che il 90% delle donne che ho conosciuto è come il mio personaggio. Entri a casa, loro ti guardano male, e tu ti rendi conto di aver fatto qualcosa che non va, ovviamente non sai che cosa...magari ti sei dimenticato un compleanno, un anniversario..." E Ficarra aggiunge: "Noi siamo siciliani e sapete benissimo che in Sicilia a comandare sono gli uomini. Siamo dunque un test poco attendibile. Da noi le donne stanno zitte e a testa bassa...se l'Italia finalmente si uniformasse a noi...sarebbe una bella prova di democrazia".

Anche se in alcuni momenti strizza l'occhio ai film di Bud Spencer e Terence Hill, per esempio nelle varie scazzottate, E' amore anche se non si vede non è un film "fisico". Alle gag e agli inseguimenti, Ficarra e Picone hanno preferito le battute e i dialoghi più o meno brillanti. "La vera ragione di questa scelta" - ci rivelano - "è che ci volevamo riposare. Negli altri film era tutto un inseguimento: a piedi, in macchina, in bicicletta...avevamo bisogno di fermarci".

Un'altra novità del film è l'ambientazione torinese. "Per due siciliani Torino è una tappa normalissima" - ci fa notare Ficarra. "Se chiedi a un siciliano: dove vai? Lui non può che risponderti: a Torino. Che bella città, poi...nel centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia è uno spettacolo".

Uno spettacolo sono anche Ficarra e Picone sul set, almeno a quanto dicono le due protagonsite femminili del film, e cioè Ambra Angiolini, che fa la parte della fidanzata di Picone e Diane Fleri, che invece è una ragazza innamorata di Ficarra. "Salvo e Valentino" - racconta Diane - "sono molto generosi con i loro attori, si prendono cura di loro. Ricordo benissimo il mio primo giorno. Ero spaventata, ero nuova alla commedia, dovevo fare una dichiarazione d'amore a Salvo. Mi hanno detto: Diane, stai tranquilla, improvvisa, quando mai ti capiterà di lavorare con due registi buoni come noi?".

"Sono bravi anche a diversificare il loro metodo di lavoro" - interviene Ambra. - Con me hanno fatto diversamente. Sul set ho bisogno di essere rassicurata. Ho difficoltà a espormi e ho bisogno che un regista si esponga per me, voglio che mi dica esattamente cosa fare, poi io lo faccio, magari male, ma così mi sento meno inadeguata. Salvo e Valentino ci hanno spronato ogni giorno a dare il meglio. Ci hanno lasciato spazio, del resto già la sceneggiatura stabiliva che fossimo delle coprotagonste e non dei personaggi secondari. Ci sono stati vicini non come 2 comici, ma come 2 attori comici, ci hanno messo di fronte a una situazione comica che noi dovevamo far esplodere".

Fra registi e attori di Anche se è amore non si vede la stima e l'affetto sono reciproci: "E' vero, siamo generosi con i nostri attori, la verità è che li adoriamo. Quando il pubblico ride a una battuta di un nostro film, siamo più contenti se a pronunciarla è uno dei nostri attori. Ci piace, insomma, che la risata arrivi da qualunque parte, come un 5.1 ... come il dolby ... non si sa da dove arrivi il rumore, ma arriva".

Dal momento che nel film il personaggio di Picone rischia di essere lasciato anche per gli orribili regali di cui ricopre la fidanzata, abbiamo chiesto ai due comici se abbiano mai ricevuto da una delle loro dolci metà un presente agghiacciante.
"Mai" - hanno detto - "Avendoci scelti come fidanzati, le notre fidanzate avevano evidentemente buon gusto, e chi ha buon gusto, non fa brutti regali. Ambra Angiolini e Diane Fleri non sono state altrettanto fortunate. La Fleri ci ha confessato: "Quando ero alle elementari un mio compagno mi ha regalato un mostruoso orsacchiotto verde con la scritta I love you. Siccome non avevo il tatto che ho adesso, ho risposto: bleah! Che schifo!".
Anche il brutto regalo di Ambra risale ai tempi delle elementari. "C'era un mio compagno di classe che mi amava segretamente. Un giorno ha trovato il coraggio di dichiararasi e mi ha regalato una rosa. Ricordo di esermi fatta la pipì addosso e di aver chianato diperata i miei genitori chiedendo che mi venissero a prendere. Quanto al mio innamorato, non mi ha più parlato... poi ho saputo che è diventato gay".



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming