Toni Servillo biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Ha 57 Anni

NASCE A: Afragola, Napoli (Italia)
NASCE IL: 09/08/1959

Toni Servillo

Marco Antonio Servillo nasce ad Afragola, in Campania, il 25 gennaio del 1959. Fratello di Peppe Servillo (leader della Piccola Orchestra Avion Travel), muove i primi passi nel campo della recitazione presso l’oratorio salesiano di Caserta ed esordisce a teatro nella pièce di Bertolt Brecht "Le visioni di Simone Machard". Negli anni ’70 si appassiona alla politica, partecipa alla contestazione studentesca ed è tra i fondatori del Teatro Studio di Caserta, attivo in Italia e in Europa fino al 1984. Nel 1986 si avvicina al gruppo Falso Movimento e a Mario Martone, con il quale crea nel 1987 Teatri Uniti e che nel 1992 gli apre le porte del cinema dirigendolo (con Carlo Cecchi e Anna Bonaiuto) in Morte di un matematico napoletano. Con il regista Servillo collaborerà anche per Rasoi, I vesuviani, Teatro di Guerra e per quel Noi credevamo che nel 2011 si aggiudicherà il David di Donatello per il miglior film.

Nel 2001 l'attore ha la fortuna di impersonare uno dei due protagonisti del lungometraggio d'esordio di Paolo Sorrentino L’uomo in più: lo spavaldo cantante di musica leggera Tony Pisapia. La sua interpretazione riscuote grande successo e, puntuale, arriva la nomination al David di Donatello nella categoria miglior attore protagonista. Anche Sorrentino è contento del risultato ottenuto e da quel momento Toni diventa il suo attore feticcio. I due uniscono di nuovo le forze nel 2004 per Le conseguenze dell’amore e nel 2008 per Il Divo, nel quale l’attore si trasforma in un inquietante Giulio Andreotti conquistando lo European Film Award. Per entrambe le performance Toni Servillo vince il David, e siccome i film vengono presentati a Cannes (dove il secondo ottiene il Premio della Giuria), sopraggiunge finalmente la notorietà mondiale. Sempre con Paolo Sorrentino Servillo farà, nel 2013, La grande bellezza, in cui ricoprirà magnificamente il ruolo dell’intellettuale e viveur romano Jep Gambardella, aggiudicandosi importantissimi riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Tornando all’inizio degli anni Duemila, oltre a Luna Rossa dobbiamo segnalare il primo film da regista di Andrea Molaioli La ragazza del lago, nel quale l’attore interpreta così bene un malinconico commissario incaricato di indagare sulla morte di una ragazza da strappare alla concorrenza il David di Donatello. Seguono Lascia perdere, Johnny! e soprattutto Gomorra di Matteo Garrone, in cui Servillo è un imprenditore che opera nel settore dello smaltimento dei rifiuti tossici: anche stavolta la sua interpretazione lascia il segno e l’Accademia del Cinema Italiano lo premia con il David, mentre la European Film Academy gli riserva lo European Film Award.

Il decennio successivo Toni lo comincia con un film libero e originale, Gorbaciof, per poi immergersi nel dramma familiare con Una vita tranquilla e tornare alla storia recente del nostro paese con Il gioiellino, che segna un nuovo sodalizio artistico con Molaioli e racconta la grave crisi finanziaria italiana degli ultimi tempi. Sostanzialmente nuova, perché consente all’attore di cimentarsi nella comicità grottesca, è per Servillo l’esperienza di E’ stato il figlio, exploit di Daniele Ciprì senza Franco Maresco. Quasi contemporaneamente l’attore lavora con Marco Bellocchio in Bella addormentata. Interpreta quindi due fratelli gemelli in Viva la Libertà di Roberto Andò, puntuale e insolito ritratto della scena politica italiana vista attraverso gli occhi di un uomo gentile e un po’ folle. Toni si farà nuovamente dirigere dal regista nel 2016 ne Le confessioni.

Il prossimo film in cui vedremo Servillo - che è anche doppiatore e che continua con impegno e sacra devozione al teatro - è Lasciati andare, in cui ricoprirà il ruolo di uno psicanalista ebreo della scuola freudiana.

Filmografia
Il Libro della Giungla (The Jungle Book)
Lasciati andare (Lasciati andare)
  • ANNO: 2016
  • Attore
Le confessioni (Le confessioni)
Il Piccolo Principe (Le Petit Prince)
Lascia un Commento