Angeli e Demoni, tra Roma e Los Angeles

0
Poster

Angeli e Demoni, tra Roma e Los Angeles

Alle 7 di mattina, Piazza del Popolo è deserta. Solo più tardi inizierà a popolarsi, sovrastata delle cupole delle chiese barocche di Santa Maria dei Miracoli e di Santa Maria di Montesanto, situate all’inizio di una delle principali vie romane, Via del Corso. Contrariamente al solito, lo scorso giugno Piazza del Popolo era già in attività sin dall’alba: il cast e la troupe di Angeli e Demoni si sono riuniti insieme al regista Ron Howard e all’attore Tom Hanks, per iniziare a girare le nuove avventure del film. Angeli e Demoni, basato sul best seller di Dan Brown, è infatti ambientato principalmente a Roma. Quando incontriamo nuovamente il dubbioso Robert Langdon in questa storia, la chiesa è messa in pericolo da un’antica confraternita, i cui adepti non si fermano davanti a nulla, nemmeno all’omicidio, pur di raggiungere i loro scopi. Quando Langdon scopre la rinascita dell’antico segreto della confraternita degli Illuminati – la più potente organizzazione clandestina della storia – si confronta anche con il loro obiettivo di distruggere l’organizzazione nemica più disprezzata: la Chiesa Cattolica. Langdon e l’affascinante Vittoria Vetra uniscono le loro forze proprio a Roma quando scoprono che è partito il count down di un ordigno a tempo, installato dagli Illuminati, un dispositivo collegato al lavoro di Vetra. Lanciandosi in un interminabile inseguimento della verità attraverso cripte inaccessibili, pericolose catacombe, cattedrali deserte, Langdon e Vetra seguiranno una pista di antichi simboli che consistono nell’unica speranza di sopravvivenza per il Vaticano.
Il film è stato girato in luoghi scenografici quali Piazza del Popolo, Piazza Navona, Castel Sant’Angelo, La Biblioteca Angelica, arrivando fino a Caserta. Il primo giorno di riprese in Piazza del Popolo ha suscitato la curiosità di fan e la presenza inevitabile dei paparazzi. Quando Tom Hanks ed il resto del cast, Ayelet Zurer (Vittoria Vetra), Stellan Skarsgard (Comandante Richter, capo delle guardie svizzere) e Pierfrancesco Favino (Ernesto Olivetti, ispettore Generale della polizia Vaticana) sono arrivati sul set, hanno salutato amichevolmente la folla.
I paparazzi hanno scelto un rifugio all’interno di Santa Maria del Popolo. Tra i suoi splendori, la chiesa ospita i lavori di quattro importanti artisti: Carracci, Caravaggio, Raffaello e Bernini. In particolare, nella chiesa si può ammirare l’Assunzione della Vergine del Carracci, la Conversione di San Paolo e la Crocifissione di San Pietro del Caravaggio, la spettacolare scultura del Bernini, Habakkuk e l’Angelo, e la Cappella Chigi, disegnata da Raffaello. Quest’ultimo adornò la cappella per il suo amico e mecenate Agostino Chigi e Berninì completò il lavoro a distanza di più di un secolo, per Fabio Chigi. Le opere di Raffaello e Bernini sono fonte di ispirazione durante tutta la storia di “Angeli e Demoni”, indicando la direzione verso le risposte che dovranno risolvere un mistero mortale.
Altra location per il cast di Angeli e Demoni è stata Piazza della Rotonda, di fronte al Pantheon, uno dei luoghi più suggestivi della città. Il Pantheon è in sé una contraddizione strutturale che però dà un effetto visivo spettacolare.
Anche la vicina Piazza Navona ha fornito un’ulteriore location per il cast e la troupe, nonostante la loro permanenza lì sia stata breve. In questo luogo si trova un’altra magnifica scultura del Bernini: La Fontana dei Quattro Fiumi, spesso citata nella sceneggiatura del film. La fontana rappresenta le personificazioni del Danubio, del Gange, del Rio de le Plata e del Nilo, che erano simboli dei quattro continenti conosciuti a quel tempo. Sfortunatamente, la fontana era ricoperta da impalcature protettive, e questo ha impedito di poter filmare l’originale.
“Una delle difficoltà di Roma è che in continua ristrutturazione. Quindi non è stato possibile riprendere la statua originale, perchè in restauro” ha dichiarato lo scenografo del film Allan Cameron.
La soluzione? La squadra di Cameron ha ricreato le statue, l’ellittica Piazza Navona e alcune parti del Vaticano a Los Angeles, sul palco del padiglione della Sony a Culver City, in California, e nel parcheggio dei camion dell’Hollywood Park. La prima location ad essere allestita è stata proprio una Piazza San Pietro adattabile, che si affacciava sull’unica altra grande struttura di ispirazione romana presente negli Stati Uniti, il Los Angeles Forum, un auditorium modellato sul suo corrispettivo italiano. Ma questa è un’altra storia...

Schede film di riferimento