Il cigno nero - Black Swan

share

Black Swan

Poster
VOTO DEL PUBBLICO
  • Currently 4,2/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie del tuo voto

VOTO COMINGSOON
  • Currently 2/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

VALUTAZIONE

6.2/10 - 2104 voti

Il film vede Natalie Portman nei panni di Nina un'ambiziosa giovane ballerina di New York a caccia del doppio ruolo che tutti sognano: il Cigno Bianco, delicato e innocente, e il Cigno Nero, che emana una malvagità seducente, nel classico Il lago dei cigni, in grado di trasformare una sconosciuta in una star. Nina riesce ad ottienere il ruolo, ma non è sicura di poter incarnare la parte oscura della Regina dei cigni. Mentre raggiunge nuove vette con il suo corpo, gli incubi, le fantasie e le gelosie che nasconde iniziano a farsi strada in maniera profonda, causando uno scontro pericoloso con una provocante nuova arrivata, Lily (Mila Kunis), che rappresenta la sua maggiore rivale. Nina in breve tempo si cala fin troppo bene nel ruolo del malvagio e mortale Cigno nero...

  • FOTOGRAFIA: Matthew Libatique
  • MONTAGGIO: Andrew Weisblum
  • MUSICHE: Clint Mansell
  • PRODUZIONE: Cross Creek Pictures, Phoenix Pictures, Protozoa Pictures
  • DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox
  • PAESE: USA
  • DURATA: 103 Min
  • FORMATO: 2.35 : 1

CRITICA:

Appoggiandosi sulla colonna sonora (le musiche di Tchaikovsky mescolate a quelle originali di Clint Mansell), Aronofsky cerca forse Cronenberg, ma trova solo sé stesso e la sua mano squadrata, pesante, da artigiano e non certo da pianista. Non sorprende, in fondo, che quando il regista è partito da un materiale di partenza più lineare e ruspante, come nel caso del The Wrestler che gli è valso un (nel complesso) meritato Leone d’Oro, i risultati siano stati validi. Perché, con una facile battuta, il wrestling e la riscossa (anche intima, per carità) di un pezzo di white trash sono elementi più vicini alla sua sensibilità. I difficili equilibri e le sospensioni del balletto e dei labirinti oscuri della mente, assai di meno. Così, per essere sicuro di non sbagliare, sui titoli di coda del suo Black Swan Darren Aronofsky si applaude e si fischia da solo. (federico gironi)

NOTE:

Film di apertura (in Concorso) del Festival di Venezia 2010. Premio Oscar 2011 per la migliore attrice, Natalie Portman.

Il Cast

Vedi Tutti